sabato 2 marzo 2013

Se Anselmi avesse seguito Benedetto fin dall'inizio ora non avrebbe tante domande...

Clicca qui per leggere l'articolo.
L'affermazione secondo cui Benedetto sarebbe stato amato o scoperto solo dopo la rinuncia non solo e' senza fondamento ma non ha alcun riscontro nella realta'.
Papa Benedetto e' stato amato da milioni e milioni di fedeli (non da tutti) e la prova sta non solo nei numeri delle partecipazioni ad Angelus, udienze, celebrazioni e viaggi ma nell'affetto profondo di cui e' stato circondato. 
Certo! Questo discorso non vale per i mass media che l'hanno sempre osteggiato, calunniato e deriso.
Sono proprio i media che lo stanno riscoprendo ora (o fingono di riscoprirlo per altri fini...). 
Se Anselmi avesse seguito il Papa fin dall'inizio non avrebbe dubbi.
Benedetto, un Papa amato? Certo! Da subito e da tanti.
Un Papa mite? Certamente...a volte fin troppo :-)
Un Papa debole? Mai! Se fosse stato debole sarebbe scappato nel settembre 2006 quando i media interpretarono con i piedi la lectio di Ratisbona. Per non parlare del 2009 o, peggio, del 2010. Non se n'e' andato nemmeno nel 2012 quando ha scoperto di essere stato tradito in ogni modo.
Quanto all'adorazione eucaristica alla fine delle Gmg, Anselmi dimostra di non avere seguito le Veglie di Sidney e di Madrid o qualsiasi altra celebrazione presieduta dal Papa. Il silenzio si faceva incredibile. I giovani hanno capito ed apprezzato il Papa: Gesu' al centro della Gmg, non la musica o la festa.
Il carisma? Oh, caro Anselmi! Carisma e mediaticita' non sono la stessa cosa. Il carisma e' un dono di Dio e Benedetto ne ha avuto e ne ha! Forse e' il caso che anche i mezzi di comunicazione imparino a scavare in profondita' non limitandosi a scalfire la superficie.
R.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Raffaella,
a furia di scrivere che da Benedetto XVI c'erano solo i soliti quattro gatti... hanno dimenticato come si conta da cinque in poi.
Mi permetti una citazione rock dedicata alorsignori giornalisti confusi?

"Confusion will be my epitaph.
As I crawl a cracked and broken path
If we make it we can all sit back
And laugh.
But I fear tomorrow I'll be crying,
Yes I fear tomorrow I'll be crying."

(King Crimson, Epitaph)

Raffaella ha detto...

:-))))
R.

Anonimo ha detto...

Tanto per gradire,un'amica di mio figlio che ha partecipato a 4 gmg,e la stessa ragazza di mio figlio che era ai 4 vientos,hanno testimoniato che mai come durante le adorazioni eucaristiche si sono sentite commosse fino alle lacrime e con un brivido lungo la schiena e ne sono rimaste incantate;un ultima noterella,un vaticanista(non faccio nomi)ha scritto che,dopo il congedo dal papa,i cardinali si sono recati a pregare presso le tombe degli apostoli,con molti rimpianti e tantissimi rimorsi...più chiari di così....p.s.un addio molto bello dalle tradizioni irlandesi;May the road rise to meet you/may the wind be always at your back/may the sun shine warm upon your face/and the rains fall soft upon your fields and,/until we meet again,/may God hold you in the palm of his hand.GR2

Anonimo ha detto...

Su Repubblica scrivono una quantità di ex direttori pensionati per vari motivi: a parte Scalfari, ci sono Ottone, Concita, Anselmi che, faute de mieux, si è messo a fare il vaticanista. In un giornale che già ne conta parecchi, tra quelli a tempo pieno e quelli occasionali alla Merlo, specializzato in voli. Non so se il monaco amico di Anselmi sia Enzo Bianchi, ma spero di dormire lo stesso. Eufemia

cc ha detto...

ma dico io: a nessuno viene in mente di mettersi in discussione? io anselmi giulio per 8 anni ho ignorato bellamente la figura di benedetto xvi. me ne sono disinteressato perchè prendevo per buona le cronache da quattro soldi che circolavano sul suo conto (inconsistenti dei media compiacenti la Santa Sede, rabbiosi e ostili di quelli critici, totalmente indifferenti tendenzialmente beffardi di tutti gli altri). oggi mi sono risvegliato e ho scoperto una realtà che era stata sfacciatamente occultata. io anselmi giulio, essendo in teoria un onesto professionista, mi chiedo: perchè è stata occultata la verita' su Benedetto? perchè sono stato cosi' cieco da non accorgermi quantomeno della originalita' di una figura come Benedetto? perche' tuttora faccio fatica a seguire cosa sta accadendo? forse sarebbe il caso che mi andassi a scartabellare le omelie, gli accadimenti nella vita di Papa Benedetto? e' Benedetto quello che non si e' fatto capire o sono io che sono lento di comprendonio? ho sempre pensato Ratzinger una vecchia cariatide ma alla luce dei nuovi avvenimenti fusse che fusse che la vecchia cariatide rintronata sono io?????????

Anonimo ha detto...

Moraglia? Sarebbe troppo bello per poter essere vero....

Ben ha detto...

L'importante è (come sempre) il giudizio di Hans Küng, il quale, però, non diventa mai emerito...

Luisa ha detto...


Che articolo pietoso, anche le informazioni corrette sono comunque intinte nel vitriolo, decisamente certi giornalisti funzionano a circuito chiuso auto-alimentandosi solo con le loro opinioni e i loro pregiudizi, ermeticamente impermabili alla realtà o a ciò che non è compatibile con la loro vulgata-ideologia.
Bisogna essere prevenuti, qui l`ignoranza non c`entra niente, per infilare, ancora e sempre, quella collana fatta di falsità, pregiudizi e clichés che sono i soli ad apprezzare...e magari ne vanno anche fieri!

Anonimo ha detto...

Se la gente non lo avesse seguito prima, non avrebbe capito dopo..io sono una che lo segue da sempre. Ma, alcuni non possono capire perche seguono soltanto loro stessi