sabato 23 marzo 2013

Osservatore: quel "siamo fratelli" dice tutto (Izzo)


PAPA: OSSERVATORE, QUEL "SIAMO FRATELLI" DICE TUTTO

Salvatore Izzo

(AGI) - CdV, 23 mar. 

"Siamo fratelli". Per l'Osservatore Romano "bastano queste due parole rivolte da Papa Francesco a Benedetto XVI per descrivere l'atmosfera dell'incontro di questa mattina nelle Ville Pontificie di Castel Gandolfo. Il quotidiano vaticano si sofferma sull'abbigliamento dei due interlocutori: per Benedetto XVI "una semplice talare bianca, senza fascia e senza mantelletta, indossate invece da Papa Francesco che, precisa il giornale vaticano, "e' giunto in elicottero alle 12.15, accompagnato dal sostituto della Segreteria di Stato, l'arcivescovo Angelo Becciu, dal reggente della Prefettura della Casa Pontificia, monsignor Leonardo Sapienza, e da monsignor Alfred Xuereb". 
"Benedetto XVI - continua l'Osservatore - lo attendeva all'eliporto delle Ville, gli si e' fatto incontro e i due si sono abbracciati con evidente affetto.
Poi il Papa ha salutato il vescovo di Albano, monsignor Marcello Semeraro, e il direttore delle Ville Pontificie, Saverio Petrillo, prima di salire in macchina con Benedetto XVI per raggiungere il Palazzo. Papa Francesco e' salito alla destra, quindi nel posto del Papa, mentre Benedetto XVI si è messo alla sinistra. Sulla stessa macchina ha preso posto anche l'arcivescovo Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia.
Raggiunta la residenza papale, i due sono saliti nell'appartamento e si sono recati nella cappella per un momento di preghiera". Anche questa volta Benedetto XVI ha offerto il posto d'onore a Papa Francesco, ma questi ha detto "siamo fratelli", inginocchiandosi sullo stesso banco. Dopo la preghiera Papa Francesco ha donato a Benedetto XVI un'icona mariana. "Mi hanno detto  ha spiegato il Pontefice mostrando il dono  che si tratta della Madonna dell'Umilta'. Mi permetta di dirle una cosa: quando me lo hanno detto, ho pensato subito a lei, ai tanti esempi meravigliosi di umiltà e di tenerezza che ci ha dato durante il suo pontificato".
Intorno alle 12.30 - infine e' iniziato il colloquio privato, protrattosi per circa tre quarti d'ora. 

© Copyright (AGI)

2 commenti:

Gianni ha detto...

La bellissima immagine dei due Papi in preghiera vale più di qualunque commento... sono felice per l'esempio dato da Benedetto XVI negli otto anni di pontificato come sono contento per l'elezione di Papa Francesco che a me, personalmente, richiama molto Papa Luciani. L'aneddoto che ha raccontato nell'Angelus del 17 marzo (la vecchietta che parlava della misericordia di Dio) mi ha riportato alle catechesi popolari di Papa Luciani infarcite di aneddoti tratti dalla vita quotidiana. Dio benedica i due Papi inginocchiati davanti a Cristo che rimane il Pastore Supremo del gregge!

cc ha detto...

nella fotografia in cui i due sono in contemplazione inginocchiati, Papa Benedetto ha lo sguardo di una persona totalmente distaccata dalla realta' circostante. sulle labbra gli aleggia un sorriso beato di chi si trova su un'altra dimensione. tutto questo bailamme di maldicenze e ipocrisia gira invano intorno a Benedetto. Lui e' altrove