sabato 2 marzo 2013

Da un giornalista (anonimo) a Benedetto XVI (Mastroianni)

Clicca qui per leggere il testo...per riflettere!

15 commenti:

cc ha detto...

NON MI BASTA. VOGLIO IL NOME E COGNOME E VOGLIO CHE LO DICA AD ALTA VOCE PER STRADA IN GINOCCHIO A CAPO CHINO. E' GRAVISSIMO QUELLO CHE E' STATO FATTO A PAPA BENEDETTO. UN'INGIUSTIZIA SFACCIATA, VERGOGNOSA, SENZA FONDO. NULLA POTRA' MAI RIPAGARE RATZINGER PER IL MALE SOPPORTATO

corvo di rovo ha detto...

peccato che questa bellissima lettera sia anonima;peccato che ormai sia troppo tardi.

Eugenia ha detto...



Già troppo tardi.................... dopo anni di cattiverie, offese, bugie e fano gettato addosso a Benedetto!

laura ha detto...

Meglio tardi che mai! Davanti a gesù morto in croce, il centurione ha detto: "Davvero questr'Uom era figlio di Dio e Papa Benedetto è il Vicario di Cristo. Non poteva avere una sorte diversa. Lui continuerà ad amare. L'Amore non ha riserve e non si lascia condizionare. Grazie Amatissimo Papa Benedetto!

un passante ha detto...

Se doveva scrivere da anonimo era meglio tacere, Benedetto si è' sempre firmato.
Tutti a dire che era freddo, duro, ostinato, panzer. Lui invece era fatto di carne e gli è' stata scoperta fino all'osso. Stasera in una delle tante immagini che ora, e solo ora, rimandano avide le tv, mi è' parso così minuto ma mai come ora luminoso rispetto a tutto il resto. Cosa gli abbiamo fatto, poveri illusi potenziali superuomini del terzo millennio!

mariateresa ha detto...

il punto è che quello che avveniva per conformismo e superficialità in alcuni giornalisti si saldava con le vere meschinità sciorinate da chi ha perseguito un manifesto obiettivo di demolizione e attacco perpetuo ed entrambe queste tendenze si sono saldate infine con la dabbenaggine della comunicazione della Santa Sede.
Cosa è più grave? Il combinato disposto o uno di questi attori singolarmente?
Mettiamola così: io certi giornalisti li metterei alla colonna infame con le orecchie da asino.Non è informare il voler catechizzare il lettore insufflando meschinità e per non dire balle vere e proprie. Si chiama, questo, fare propaganda, come faceva una volta la Pravda. Certi giornalisti che hanno praticato questo sport estremo, senza ritegno ,andavano allontanati dalla Sala Stampa SUBITO. Altro che Domenico Del Rio.Se tu vieni in casa mia invitato e ti scaccoli in mia presenza e sputi per terra, io ti mando a zappare. Chiaro?Non sto in stato di timore aspettando un articolo favorevole.

Anonimo ha detto...

https://twitter.com/albertomelloni/status/307612882248552449

No comment.

..E questo dovrebbe spiagarci la storia dei Conclavi pagato dal canone RAI?

Sarebbe bello per lui che eleggessero il 'suo' Tagle, ma che magari poi un mese dopo il giovin filippino diventasse addirittura pacelliano.)

Anonimo ha detto...

(Ah, non me ne intendo un gran che di Twitter, ma a quanto pare il buon 'respubblicizzato' Rodari ha subito retwittato ai suoi quasi quindicimila followers l' "illuminato" tweet del professore di fede bolognese..)

Tempora non mutantur? ha detto...

Ah, giornalisti, non cambiate mai...

..Che bello ora invece l'alacre spin-doctoring per avere "il ticket" post-montinian neo-wojtyliano (tutto, pur di levar di mezzo il prima possibile l'aggettivo 'ratzingeriano' dal Vaticano) Scherer-Sandri!


...Non è che si stia per caso formando un'alleanza fra gente che vorrebbe un nuovo papa che a 'tempo-zero' bruciasse il dossier Tomko-Herranz-DeGiorgi nella stufa ancora calda della Sistina, appena dopo aver detto "Accepto" ??


Oremus!

Anonimo ha detto...

Mi riferivo a :

http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/conclave-22818/

"...una nuova «cordata» d'Oltretevere si sta muovendo per portare sul Soglio di Pietro il primo Papa latinoamericano della storia, accompagnato da un Segretario di Stato italiano o argentino di origini italiane. Tra i protagonisti di questa iniziativa ci sono due porporati di peso come il decano del collegio, Angelo Sodano, e il cardinale Giovanni Battista Re. Altri importanti cardinali curiali italiani potrebbero associarsi all'iniziativa."


[.........................!!!!!!]

Anonimo ha detto...

Ah,sì?Quindi un papa inflitto?Beh,se così fosse ce lo saremmo meritato un pò tutti,così i rimorsi si faranno feroci in certuni,in altri i rimpianti,a noi rabbia e dolore;cmq BXVI ne esce da signore,con quel tratto di elegante leggerezza che mai nessuno potrà negare,la chiesa è di Cristo che non si può concedere di'sti tempi neanche un occhio chiuso....passante,lei ha ragione,è fragile,ma io spero si rimetta un pò e che lo lascino in pace;un'ultima cosa,qualcuno che lo conosce bene, ha detto che la cosa che gli ha fatto più male è stato il rifiuto della sapienza a farlo parlare,cioè quel gruppo di ignoranti presupponenti che non hanno dato parola ad un prof,di statura mondiale,un Accademico di Francia,l'unico tedesco fra gli Immortali,ma che vadano a vedersi i film di bertolucci e morettti,formidabili quegli anni,ma mi facciano il piacere...GR2.

gemma ha detto...

Non lo avete capito? Si farà un Papa nuovo perché tutto non cambi. I nomi che gestiranno il conclave sono gli stessi che hanno gestito gli ultimi tempi di Wojtyla malato: sodano, re, sandri...Bertone è un outsider, pasticcione e incauto o no, ma isolato prima come ora. Incredibile come certi nomi ricorrano sempre. Non mi fido dei giornalisti, cambiano pelle come cambiano l'editore e voltata pagina non ricordano più quel che hanno scritto ieri. I vaticanisti nemmeno sapevo che esistessero fino a otto anni fa ed è' un'ignoranza nella quale tornerò volentieri. Sulla sala stampa e la stampa cattolica in generale ho sempre avuto una mia idea che per rispetto ho tenuto per me. A chi ci ha accusato di papolatria in questi anni vorrei solo far capire che noi che abbiamo gioito per l'elezione di Benedetto, per gran parte di questi anni abbiamo dovuto lottare contro chi considerava il papa come il sostituto di chi lo ha preceduto. Non credo proprio la papolatria sia iniziata con noi e non ci saremmo nemmeno trovati qui se lo scopo era solo quello di adorare un idolo. Ci siamo accorti che nessuno chiariva tante cose e abbiamo provato a chiarirle a noi stessi per primi. A parte noi, all'esterno un merito almeno Benedetto lo ha avuto, ridare il primato a Pietro e non a se stesso, e il prossimo Papa sarà come deve essere, il successore di Pietro e non quello di Ratzinger. Spero che anche la piazza antistante il Palazzo Apostolico e l'eventuale luna piena o stelle che la sovrastano siano quelle di Pietro

Anonimo ha detto...

Gli americani se ne sbattono della Curia e sono bene intenzionati a cambiarla. Gli africani e gli orientali non hanno nessuna intenzione di metteresi a giocare coi curiali e neanche saprebbero come si fa. Gli europei e gli italiani fedeli a Papa Ratzinger avranno buon gioco a disinnescare al primo minuto le illusioni di Sodano, Sandri & Co., vecchi rottami ormai fuori posto.

gianni

Anonimo ha detto...

Penso che forse quello di Mastroianni è un espediente retorico per "parlare a nome dei giornalisti" e dire alcune verità.
Non ce lo vedo a farsi portavoce di anonimi.

gianni

spina ha detto...

lo dica apertamente allora. Devono parlare in codice i giornalisti per fare un mea culpa? Forse temono che dopo non li faranno lavorare più se si ricredono sul Papa?