giovedì 14 febbraio 2013

L'Era Wojtyla finisce adesso. Il commento di Marco Tosatti

Clicca qui per leggere il commento.
Concordo nella sostanza con quanto scritto da Tosatti. Il sacrificio di Papa Benedetto e' stato anche quello descritto. Quante battaglie ho fatto su questo punto ma Joseph (posso chiamarlo cosi'?) non mi ha mai aiutato :-)
Benedetto consegnera' al suo successore una Chiesa piu' pulita e sicuramente piu' libera. Il prossimo Papa potra' scegliere come comportarsi senza sentirsi sempre sotto esame. Beato lui :-)
Questo pero' apre un'altra questione che personalmente affrontero' la prossima settimana (con piu' calma quindi): la grande e grave responsabilita' dei vaticanisti, primi fra tutti i giornalisti a continuare imperterriti a fare confronti fino all'ultimo. Non e' il caso di Tosatti, che anzi in questi giorni mi ha commosso sia su Raiuno sia su Sky, ma e' il caso di tanti suoi colleghi...

20 commenti:

laura ha detto...

Papa Benedetto è molto di più di un Superuomo. Si è spogliato di tuto per conformarsi a Cristo. Mi viene in mente l'inno cristologico di san Paolo ai Colossesi:"spogliò se stesso, facendosi obbediente .... fino alla morte"

Anonimo ha detto...

ha studiato in profondità ogni dossier (le “ponenze”) che gli veniva presentato per la nomina di un nuovo vescovo


...per se sedi più grosse, SI.
Povero papa...anche qui è stato prigioniero di un sistema che fa avanzare solo alcuni. Guardiamo l'Italia...quanti ratzingeriani sono ascesi in sedi episcopali? si contano su una mano.
Se solo lo Spirito Santo ce l'avesse dato con un decennio di anticipo!
Perché nessuno parla del discorso alla curia del 2005? dell'ermeneutica della continuità....etc...? Questo è il tabù papale che impauriva e impaurisce tanti....occorre voltar pagina sull'argomento e se possibile anche sulla pulizia: va fatta con discrezione per salvare l'immagine. Eh no, cari! Quale immagine? La rinuncia del papa è l'ultimo atto della sua pulizia, svela lo sporco fetido che finore il pontefice ha "coperto" con la sua presenza....sporco che si accumulò perché il "pontefice non viaggiava in curia"...e tutti erano contenti.

Luisa ha detto...

Concordo su molto ma non su tutto.
Papa Benedetto è stato amato dai fedeli, e direi sopratutto dai giovani, non come un Papa di transizione che stava traghettando la Chiesa verso il dopo Wojtyla, questo è stato il pensiero costante, espresso o fra le righe, di tanti vaticanisti e media, capaci di paragoni imbecilli e anche offensivi.
I fedeli hanno amato Papa Benedetto come un Padre che si cancella per portare il loro sguardo a Cristo, un uomo dolce, timido e anche coraggioso nell`affrontare scandali e sporcizia, per molti è stato il primo Papa importante, per tanti altri ha preso posto nel loro cuore accanto a Giovanni Paolo II.
Fra qualche giorno ci lascia non un Papa di transizione ma un uomo che lascerà nei nostri cuori e nelle nostre menti, e nella storia della Chiesa, una traccia indelebile.

Anonimo ha detto...

Don Pietro Vittorelli (Abate di Montecassino):"Ringraziare Dio del pontificato di Benedetto XVI"
http://www.tg24.info/cassino/dimissioni-di-benedetto-xvi-le-dichiarazioni-dellabate-don-pietro-vittorelli/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=dimissioni-di-benedetto-xvi-le-dichiarazioni-dellabate-don-pietro-vittorelli
Secondo alcuni Montecassino sarebbe la destinazione definitiva di Papa Benedetto
Alberto il vecchio

Anonimo ha detto...

Bravissima, nipotina! Il materiale, purtroppo, è sovrabbondante.
Intanto, ecco un ottimo Magister
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350433
Alessia

Anonimo ha detto...

Raffaella, rimarremo ancora insieme a te anche col nuovo Papa? Ch

Anonimo ha detto...

Anche Tosatti, però, senza volerlo impone confronti tra i due Papi. No, il pontificato di Wojtyla non termina il 28 febbraio con quello di Benedetto. L'era wojtylana è terminata otto anni fa. Cerchiamo almeno di non scippare a Papa Benedetto una delle decisioni più grandiose nella storia della Chiesa che nessuno dei predecessori ha avuto la forza di compiere. Non trattiamolo da Papa di transizione, o peggio, da supplente in attesa del vero titolare della cattedra. Sarebbe ingiusto, ingeneroso, sbagliato!
Alessia

Raffaella ha detto...

Esatto!
Il Pontificato di Papa Benedetto e' luminoso e straordinario.
Non ha avuto vita facile.
Il commento di Tosatti e' piu' riferito ai media che ai fedeli.
Per i mezzi di comunicazione Benedetto e' sempre stato considerato un parafulmine, un bersaglio da colpire anche con l'arma del continuo confronto.
Ora e' finita per il semplice fatto che il gesto del Papa non ha precedenti.
R.

Raffaella ha detto...

Ch, in tanti mi stanno ponendo questa domanda. Rispondero' ma non prima del 28 febbraio.
R.

Anonimo ha detto...

...penso che il sempre PAPA BENEDETTO dopo qualche mese riapparirà...prima con discrezione ma si farà sentire. E' stato troppo grande per starire in 15 giorni. E allora Raffaella, tieni duro, continueremo ad amarlo e a seguirlo!

Raffaella ha detto...

Non credo che il Papa tornera' a mostrarsi...
R.

Anonimo ha detto...

Segui il tuo cuore, Raffina cara, non sbaglierai :-)
Alessia

Anonimo ha detto...

Neppure io lo credo. Tenterà di farsi dimenticare. Senza riuscirci perché questi otto anni di martirio, di cui l'epilogo è il suggello, sono impressi a lettere di fuoco nella storia della Chiesa.
Nessuno potrà dimenticare Joseph Ratzinger.
Alessia

Anonimo ha detto...

"Anche se mi ritiro adesso sono sempre vicino in preghiera a tutti voi e voi sarete vicini a me anche se rimango nascosto per il mondo".
(Papa Benedetto)

Alessia

Anonimo ha detto...

A mostrarsi,forse poco,ma non a non farsi sentire in qualche modo,non è da lui,anzi penso che sgravato dal peso dell'ufficialità,sarà più libero e gli tornerà quella lingua tagliente e quelle battute fulminanti che appartenevano al card.Ratzinger,che da papa non aveva la stessa libertà.GR2

Anonimo ha detto...

perché dovrebbe nascondersi???
NO!

Anonimo ha detto...

No, GR2, questa mattina ai suoi preti ha parlato in modo chiarissimo.
Alessia

un passante ha detto...

Non farti illusioni GR2, non ci sarà più e punto. Se avessi la vostra fede direi che in un certo senso risorge in una nuova vita, diversa. Nella preghiera sarà sempre con voi, con quelli come me sarà nel ricordo. Mai avrei pensato di dover elaborare la perdita per un Papa che se ne va, ma ne è valsa la pena

Luisa ha detto...

Non è una sorpresa per chi conosce Papa Benedetto averlo sentito dire che "sarà nascosto al mondo", certo un colpo al cuore e una grande tristezza, ma non una sorpresa.

Maria ha detto...

A chi lo dici, unpassante! E' come elaborare il "lutto" per una persona viva. Montecassino? mah, che senso avrebbe far restaurare un monastero in Vaticano, se fosse solo una cosa temporanea? Non so, a me l'idea che dà la decisione del Papa sia di voler restare dove Dio l'ha comunque chiamato, anche se nel supremo atto di Croce. Che coraggio, non ho nemmeno le parole adatte per esprimere quello che sento, per questo PAPA SANTO.