venerdì 15 febbraio 2013

Joseph Ratzinger, il conservatore che ha rivoluzionato la Chiesa (Scaramuzzi al quale vanno i complimenti per il coraggio)

Clicca qui per leggere il commento.
Davvero molto interessante questa riflessione. L'aggettivo usato per descrivere le parole di Dziwisz dimostra che Scaramuzzi ha un grande coraggio. Bravo! :-)
Ho volutamente evitato di riportare su questo blog le parole dell'arcivescovo di Cracovia per rispetto a me, a voi ed al Papa. Cio' che penso e' sicuramente nell'immaginazione di tutti :-)
E' chiaro che certi cardinali sono imbufaliti e terrorizzati ma ha ragione l'Autore quando nota che in questi giorni credenti e non si stanno interrogando sulla scelta del Papa e sulle ragioni che lo hanno portato ad un passo quasi incomprensibile per il mondo moderno. Sarebbe meraviglioso se il gesto del nostro carissimo Joseph illuminasse le menti di chi e' alla ricerca di Dio ma non l'ha ancora incontrato.
R.

3 commenti:

Luisa ha detto...

Una riserva a questo articolo, Papa Benedetto non ha voluto e non ha "destabilizzato l’istituzione,e desacralizzato il ruolo", dirlo è fare il gioco di tutti i nemici del Primato Petrino, i fautori di un governo collegiale della Chiesa vista come una democrazia in cui il Papa ha solo un ruolo simbolico e onorifico.
Vedo quell`interpretazione diffondersi a macchia d`olio e lo trovo particolarmente pericoloso, se solo Papa Benedetto potesse prima di ritirarsi ridirci e ricordarci l`essenza del mandato dato dal Signore al Successore di Pietro!

Anonimo ha detto...

permettimi, raffaella:
non è un passo incomprensibile per il mondo moderno visto che il "mondo" figlio delle tenebre e della menzogna sta applaudento e dal un giorno all'altro Benedetto è diventato Santo Padre...hanno dimenticato tutte le frecce e gli insulti lanciati contro di Lui e solo contro di Lui in questi anni? Hanno forse dimenticato che dopo la storia montata ad arte del profilattico...già qualcuno chiese le dimissioni...? abbiamo dimenticato che un anno fa mons. Bettazzi - dalle dubbie frequentazioni - parlò di dimissioni...?
Allora questo gesto è incomprensibile per chi amma la Chiesa e il papato e vede un possibile colpo inferto all'istituzione... Ma il nostro Papa sa...ben venga questo colpo se necessario per la purificazione della Chiesa.

Maria ha detto...

Cara Raffaella, quello che sto notando in questi giorni e che mi ha "stupita" in positivo è che i cattolici "medi", quelli che sì, vanno in Chiesa, sanno chi è il Papa, ma insomma, non seguono più di tanto, si sono dimostrati più maturi dei colti, intellettuali "vaticanisti" improvvisati. Hanno capito quasi a pelle la scelta del Papa, ne sono rimasti commossi, inteneriti, lo hanno virtualmente abbracciato. Il Papa se n'è accorto, io credo che questo lo abbia sollevato non poco, in un momento come questo. Quanto al Cardinale...mah, ogni Santo è diverso da un altro, dovremmo tenerlo a mente prima di parlare.